sabato 21 dicembre 2013

Come ricoprire una pallina all'uncinetto

Uno schema per coprire una pallina all'uncinetto. Ma uno schema per me o per te?


Decorazione per l'albero di natale fai da te

Questa pallina con anima in polistirolo e stata completamente ricoperta con maglie basse.
Io ho anche scritto uno schema, ma dovete tenere conto che ognuno di noi ha una mano diversa. Il lavoro può risultare troppo lento o strinto. Essendo un progetto per il nostro corso ho potuto verificare dal vivo che per un lavoro preciso in questa maniera si devono usare gli occhi e il cervello, molto di più che uno schema.

Se vedete che il lavoro non segue la curvatura della vostra pallina, non avere paura di disfare un paio di giri e ricuperare allargando o stringendo.

Io raramente lavoro con uno schema, a me piace fare gli schemi, e vi giuro che i lavori che vedete non sono precisi alla prima battuta. Tante volte faccio e disfaccio prima di ottenere il risultato che mi piace. Lo schema che segue è un mio diario. Ma è perfetto per la mia mano.

Lo schema ve lo scrivo, ma vorrei tanto di più trasmettere l'importanza di pensare fuori dallo schema.


Anello magico
Lavorando a spirale con maglie basse prese in costa dietro.
1 giro,8 mb
2 giro, tutti aumenti
3 giro, 2 maglie+1 aumento
4 giro, 3 maglie+1aumento
5 giro, 4 maglie+1aumento
6 giro, 5 maglie+1aumento
7 giro, 6 maglie+1aumento
8 giro, 7 maglie+1aumento
9,10,11 giro, mb
12 giro, 7 maglie+1dim
13 giro 6 maglie+1dim
14 giro 5 maglie+1dim
15 giro 4 maglie+1dim
16 giro 3 maglie+1dim
17 giro 2 maglie+1dim
18 dim. fino a chiudere

Dal 3° giro, i giri non tornano precisi, per il fatto di non trovarsi con gli aumenti allo stesso punto e creare una riga. Ma visto che si sta lavorando a spirale l'importanza dei giri completi sono minimi. Lavorando a spirale possiamo anche eliminare quella cicatrice che un chiudi-giro crea. Basta tenersi ad un unico colore.

L'importanza per te, quando crei la tua prima metà della pallina è che realizzando la seconda metà deve risultare uguale, speculare, ma con delle diminuzioni invece che con aumenti. Per questa ragione meglio prendere una penna e creare il tuo schema su misura!








Nessun commento :

Posta un commento